venerdì , 7 Agosto 2020

La Fipap al lavoro per il protocollo necessario alla ripresa dell’attività

Una situazione incerta per lo sport italiano, come e quando ripartire? Anche la Fipap sta, già da tempo, monitorando approfonditamente la normativa emergenziale in campo sportivo.
Lunedì 4 maggio, proprio ad inizio della Fase2, sono state diramante dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri le linee-guida ai sensi dell’art. 1, lettere f e g del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile. Si tratta di un documento che ha recepito le indicazioni del CONI e che prevede che le singole Federazioni e Discipline Sportive Associate redigano un proprio protocollo attuativo al fine di valutare la possibile ripresa delle attività di allenamento individuale. Per tale motivo il Consiglio federale, riunitosi proprio nella seduta del 4 maggio ha deciso di conferire l’incarico di redigere il protocollo attuativo Fipap al dottor Carlo Villosio, presidente della Federazione Medico Sportiva Provincia di Cuneo e direttore del Centro di Medicina dello Sport di Cuneo. Al fine di affiancare alle necessarie competenze medico-scientifiche le opportune conoscenze tecnico-sportive è stata anche costituita una ‘commissione consultiva’ in seno al Consiglio federale: ne fanno parte il segretario generale Romano Sirotto, il vicepresidente Claudio Balestra (in rappresentanza dei tecnici), i consiglieri federali Bruno Campagno e Luca Selvini (rispettivamente in rappresentanza dei giocatori e dei dirigenti) e il presidente della Lega di Società Simone Lingua. Al fine di un’ulteriore attività di monitoraggio della situazione emergenziale, e anche con l’obiettivo di valutare i primi risultati dell’attività di lavoro finalizzata alla redazione del protocollo, il Consiglio federale si è aggiornato a lunedì 11 maggio.

Vedi anche

Anche la Regione Piemonte autorizza la ripresa degli sport di contatto (pallapugno compresa)

Anche la Regione Piemonte ha emanato un’ordinanza (il 17 luglio) che autorizza dal 18 luglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.