lunedì , 22 aprile 2019
Home / Pallapugno / Serie B / Viaggio nella serie B 2019, Andrea Pettavino

Viaggio nella serie B 2019, Andrea Pettavino

Sono undici le squadre in B nella nuova stagione: vediamo allora quali sono i capitani al via tra i cadetti. Due i battitori scesi dalla A, uno è Andrea Pettavino che chiusa l’esperienza con la maglia del Bubbio, torna a vestire quella del San Biagio.
«Una scelta di vita, ho avuto un paio di richieste in A, ma volevo tornare a giocare vicino a casa, e soprattutto volevo tornare a divertirmi. Le dinamiche della A sono diverse, volevo un po’ meno stress: detto questo, non è che mi alleno di meno, anzi forse lo faccio ancora di più degli altri anni».

Ti danno tra i favoriti.
«È un po’ il tema ricorrente: molti pensano che arrivi dalla A, dove comunque hai dimostrato di potertela giocare in questi anni, e dunque puoi dominare la B. Ma non è così: è un campionato insidioso, difficile, con giocatori d’esperienza e giovani che vogliono uscire. Per questo devi essere in bolla, altrimenti rimedi brutte figure. E io non le voglio fare, anzi».

Allora obiettivo?
«Ripeto, non c’è nulla di scontato, ma vorrei entrare nei primi quattro».

Ma se vinci la B, ti rivedremo in A?
«Credo proprio di no».

Come sta andando la preparazione?
«L’anno scorso ho finito presto, riposo, vacanze, poi ho iniziato la preparazione già a inizio novembre. Ma con la giusta attenzione: mi sono confrontato con il dottor Maurizio Giacchino sul lavoro da fare e soprattutto da non fare per evitare i problemi fisici che mi hanno tormentato nell’ultima stagione. Ecco, un altro obiettivo è quello di star bene durante il campionato: io li vivo davvero male gli infortuni. Anche con il dt del San Biagio, Diego Fazzone ne abbiamo parlato a lungo: non andremo troppo presto ad allenarci sul pallone, la prima parte del campionato sarà da giocare con testa, con calma, senza forzare subito. Il campionato è lunghissimo, c’è tutto il tempo per entrare in forma».

La squadra?
«Ritrovo il gruppo che ho lasciato nel 2015 quando ho vinto il campionato, con Leonardo Curetti e Andrea Aimo. Arriva Alessio Ambrosino che ha accettato la proposta di tornare a giocare. In pratica è una squadra di inattivi: Curetti e Ambrosino erano fermi, Aimo ha giocato solo la metà delle partite nell’ultimo campionato, ma tutti hanno di nuovo voglia di rimettersi in gioco. E il bello è che ci conosciamo bene…».

Vedi anche

Fissate le date dei recuperi

Fissate le date dei recuperi delle gare di A e B rinviate per il maltempo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.