sabato , 30 Maggio 2020

Le novità della serie B 2020, Matteo Molli

Un altro debuttante della prossima serie B è Matteo Molli, alla guida della quadretta di Pieve di Teco, promossa sul campo, anche se sconfitta in finale dal Bubbio. «Ce la siamo giocata sino alla fine, adesso, però, è tempo di pensare alla stagione alle porte, dove dovrò dimostrare che mi sono meritato questa promozione».

Cosa temi di più?
«Sicuramente il fatto di trovarmi di fronte giocatori che hanno fatto bene anche in serie A. La squadra è competitiva, sono io che devo dare un qualcosa in più».

Già la squadra.
«Da centrale avrò mio cugino Luca che conosce bene la B, così come Bonavia. E poi c’è Semeria che ha anche giocato in A. In panchina Roberto Acquarone ha grande esperienza e personalità. Sapranno sicuramente darmi una mano, ma se non batto forte…».

Hai il vantaggio di essere nato e cresciuto, pallonisticamente intendo, a Pieve di Teco.
«Io e anche Luca abbiamo iniziato qui, speriamo di far valere al massimo il fattore campo».

Immagino che hai cambiato qualcosa nella preparazione.
«Sono rimasto sempre ‘sotto le cure’ di Davide Iberto, ovviamente abbiamo intensificato il livello. Non vedo l’ora di scendere in campo per vedere a che punto sono (la prima amichevole è in programma il 7 marzo a Taggia con Giordano e compagni)».

Obiettivo?
«La salvezza ovviamente, non chiedo altro. Certo se poi arriva qualcosa in più, non ci tiriamo indietro».

Vedi anche

I volti nuovi della serie A 2020, Leonardo Curetti

Chi solo i volti nuovi della serie A 2020? Ci sono due battitori, è vero, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.