lunedì , 20 Gennaio 2020
Home / Pallapugno / Serie B / I volti nuovi della serie A 2020, Leonardo Curetti

I volti nuovi della serie A 2020, Leonardo Curetti

Chi solo i volti nuovi della serie A 2020? Ci sono due battitori, è vero, ma partiamo da un centrale. Leonardo Curetti il prossimo anno sarà a fianco di Federico Raviola nella formazione di Cuneo. In realtà insieme ci hanno giocato per tanto tempo.

«Beh, siamo cresciuti insieme, e non solo dal punto di vista pallonistico. Le nostre famiglie si conoscono da sempre, io e Fede siamo molto amici. E continuiamo a frequentarci anche lontano dal campo. L’ultima volta che abbiamo giocato insieme ormai nove anni fa, quando abbiamo vinto il campionato Under 25, poi lui è andato a giocare a Cuneo, io sono rimasto in B al San Biagio».

Cosa gli hai detto quanto ti ha chiesto di giocare con lui?
«In realtà prima mi ha cercato Giuliano Bellanti, poi ci siamo sentiti. A entrambi la stessa cosa, ‘Ma sei sicuro?’. Dopo quasi vent’anni di pallapugno approdare in A e con Federico è una bella soddisfazione, ma anche un bell’impegno».

Che effetto fa lasciare San Biagio?
«Io vivo qui e ho sempre giocato qui. Certo farà un po’ strano all’inizio vestire un’altra maglia, ma è una grande occasione. E poi con Federico sarà tutto più facile per ambientarmi in questo nuovo gruppo».

Cambia qualcosa nel tuo approccio alla nuova stagione?
«Mi sono sempre allenato in queste stagioni, ma certamente bisognerà fare di più. Adesso sono tranquillo, ma mi hanno già detto che a inizio 2020 si cambia passo. Comunque sono pronto».

Cosa ti aspetti?
«La società di Cuneo ha grandi ambizioni, lo sappiamo. Cercherò di dare il mio apporto: in B ho dimostrato di poter dire la mia, so bene che la A è un’altra cosa, ma avrò la fortuna di avere un direttore tecnico con Giuliano Bellanti che davvero stimo molto ed è una garanzia per poter migliorare. Poi conosco bene anche Rinaldi, anche lui, con Federico, sarà fondamentale per il mio ruolo in campo. Quindi solo massimo impegno per cercare di fare bella figura e ricambiare la fiducia che mi hanno dato».

Vedi anche

Giancarlo Grasso chiude con la Monticellese (ma non con il balon)

Giancarlo Grasso chiude con il successo la sua avventura con la Monticellese: ecco cosa ci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.