sabato , 19 gennaio 2019
Home / Pallapugno / Serie A / Serie A, istruzioni per l’uso

Serie A, istruzioni per l’uso

Campionato di serie A, sabato si parte. Non è cambiata la formula, con 11 squadre ci sarà una sola retrocessione, ma non mancano le novità. Vediamo allota qual è il regolamento della massima serie per il 2014

BATTUTA – Viene introdotta un diverso metraggio di battuta, eccolo nel dettaglio.
– Le squadre con un giocatore in distinta con almeno 800 punti batteranno dai 6 metri. Sono dunque tre squadre: Canalese con Campagno con 980 punti, Albese con Massimo Vacchetto a 940 e Augusto Manzo con Roberto Corino con 880.
– Le squadre con un giocatore in distinta con un punteggio compreso tra 600 e 799 punti batteranno dagli 8 metri. Le squadre saranno Monferrina (con Galliano a quota 750), Merlese (con Danna a 750), Subalcuneo (con Raviola a 658), Virtus Langhe (con Daniel Giordano a 610), oltre alla Monticellese (non con il battitore Andrea Dutto a 508, ma con Oscar Giribaldi a 600. Nel caso dunque che Giribaldi fosse assente e non in distinta, la Monticellese batterebbe dai 9 metri).
– Le squadre con un giocatore in distinta con un punteggio  inferiore a punti 599 compreso batteranno dai 9 metri: dunque Imperiese (con Levratto a 550), Pro Paschese (con Fenoglio a 420) e Pro Spigno (con Paolo Vacchetto a 315).
Ovviamente se non ci fosse un distinta il giocatore con il punteggio più alto, la squadra avrebbe il metraggio in battuta riferito al giocatore presente in distinta con il punteggio più alto. Facciamo un esempio: se nella Canalese non ci fosse Campagno e battesse Davide Dutto (capitano della B) che ha solo 100 punti, ma che sarebbe comunque il giocatore con più punti in distinta, la Canalese batterebbe dai 9 metri.
Questa norma sarà in vigore per gli incontri della prima e della seconda fase e non sarà applicata a partire dalle gare di spareggio di qualificazione alle semifinali, così come per le semifinali e finali sia di campionato che di Coppa Italia.

PARITÀ SUL 40-40 – A partire dalla stagione 2014, in tutti i campionati Fipap di pallapugno (dunque non solo la serie A, ma tutte le altre categorie, comprese le giovanili) non ci sarà la regola dei vantaggi sul punteggio di 40-40.

MONTEPUNTI –  Per la stagione 2014 il montepunti per la serie A è stato fissato a 1.140 punti; dalla sommatoria del montepunti sono esclusi i giocatori Under 21 (nati dal 1 gennaio 1993) con punteggio pari o inferiore a 89.

FORMULA – Per la A rimane la Bresciano. Come sempre prima fase a girone unico con gare di andata e ritorno con l’ammissione delle prime sei squadre classificate nella prima fase ai play off e delle ultime cinque ai play out. Seconda fase sempre a gironi di andata e ritorno con l’assegnazione di due punti per ogni vittoria alle squadre che mantengono i punti acquisiti nella regular season.
Conclusa la seconda fase, le prime tre classificate dei play-off andranno direttamente in semifinale, mentre le ultime tre classificate dei play-off e la prima classificata dei play-out spareggiano per conquistare l’ultimo posto in semifinale. Prima serie di spareggi (in gara unica sul campo della miglior classificata) tra quarta classificata dei play-off e prima classificata dei play-out e tra quinta e sesta classificata dei play-off. Le due vincenti si affronteranno su gara unica sul campo della miglior classificata: la vincente accede alla semifinale contro la prima classificata dei play-off, mentre nell’altra semifinale di fronte la seconda e la terza classificata dei play-off.
La prima classificata dei play-off (ed a seguire la seconda classificata dei play-off) avrà precedenza sulla scelta dei campi delle gare di andata, ritorno ed eventuale spareggio.
In caso di primo rinvio per maltempo di una gara di semifinale, la stessa andrà tassativamente recuperata il sabato successivo (nel caso entrambe fossero rinviate manterrà validità la medesima sequenza di calendario). In caso di secondo rinvio per maltempo di una sola delle gare di semifinale, la stessa andrà recuperata al lunedì anche in notturno. Le gare di finale vengono sempre disputate di sabato per assicurare la possibilità di recupero di domenica.
I campi designati ad ospitare gare di spareggio sono Cuneo, Caraglio, Madonna del Pasco, Ricca, Canale, Dogliani, Imperia e Santo Stefano Belbo.

RINVII E SOSPENSIONI – Se l’Ufficio Campionati non rinvia l’intera giornata di campionato per ragioni particolari o per maltempo, è l’arbitro a disporre l’eventuale rinvio con un sopralluogo sul campo con la presenza delle due squadre.
Fino alla data del 15 maggio e dopo la data del 22 settembre, in caso di maltempo le gare possono essere rinviate, con il consenso di entrambe le società, fino alle ore 13 (per le gare in calendario in orario pomeridiano) e fino alle ore 19 (per le gare in calendario in orario notturno), senza quindi l’obbligo delle formazioni a presentarsi sul campo. Dopo questi gli orari, così come nel periodo 16 maggio-21 settembre, è l’arbitro designato a disporre l’eventuale rinvio con un sopralluogo sul campo con la presenza delle due squadre.
In caso di sospensione per maltempo o altri casi, le gare (non solo di A, ma di ogni categoria) verranno continuate con lo stesso punteggio comprese le cacce del momento della sospensione, con possibilità, dichiarata al momento del rinvio, di dare forfait da parte di una squadra senza penalizzazione in classifica.
Nel proseguimento dell’incontro, mantiene validità la distinta gara già depositata nella prima occasione, mentre il direttore di gara potrà eventualmente variare.
Quando una gara in calendario fino alla data del 27 aprile venga rinviata per maltempo potrà essere recuperara entro la fine del girone di andata. Dal turno successivo il recupero dovrà avvenire anche in notturna, il giorno successivo ed a oltranza, avendo riguardo che tra una gara di campionato e quella successiva sia assicurato almeno un giorno solare di riposo rispetto alla gara precedente o quella successiva.

CLASSIFICA – Per definire la classifica finale, in caso di parità fra due o più squadre, si procede preliminarmente alla compilazione della classifica avulsa fra le squadre interessate tenendo conto, nell’ordine, dei punti conseguiti negli incontri diretti e a parità di punti, della differenza giochi della stessa ed infine della differenza giochi complessiva.
Si disputerà un solo spareggio in campo neutro, qualora si verificasse l’ipotesi di due o più squadre in parità, condizione tale per cui l’ammissione di una o più squadre possa portare all’esclusione di altre dal proseguimento della competizione, compresa l’ipotesi dell’inserimento nei play out della seconda fase di campionato.
In caso di parità di punteggio tra due squadre ed una sola retrocessione, come quest’anno per la serie A, ci sarà spareggio da effettuarsi sulla base di una unica gara in campo neutro.

Vedi anche

Viaggio nella serie A 2019, Cristian Gatto

Iniziamo a conoscere le squadre della serie A 2019. E partiamo dai debuttanti, il primo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.