lunedì , 21 Settembre 2020

Mano pesante del Giudice sportivo

Mano pesante del Giudice sportivo. In serie A, così si legge nel dispositivo, ‘visto il rapporto arbitrale relativo all’incontro svoltosi il 22.7 a Canale tra Canalese e Santo Stefano Augusto Manzo, rilevato in fatto che il giocatore Roberto Corino è stato ammonito per avere protestato con veemenza rivolgendo un insulto gravemente offensivo all’arbitro, infligge la sanzione pecuniaria di euro 75 e la squalifica per una gara di campionato’. Il capitano della 958 Santo Stefano Belbo salterà dunque l’ultima partita della regular season. La risposta della società santostefanese è affidata ad un post su Facebook: ‘la società Augusto Manzo comunica che il capitano Roberto Corino a seguito di una ammonizione per proteste, a partita terminata nell’incontro del 22/07 contro la Canalese, è stato squalificato per una giornata e non potrà giocare l’ultima di campionato a San Benedetto Belbo il 29/07. La società è rammaricata di questo e ritiene esagerata la sanzione, inoltre dispone ai propri tesserati un silenzio stampa vista la delicata situazione che si è venuta a creare per una semplice ammonizione’.
In C1 stop per il capitano della Don Dagnino: ‘rilevato in fatto che il giocatore Gabriele Olivieri ha protestato con veemenza rivolgendo un insulto gravemente offensivo all’arbitro, ammonisce il giocatore, invitandolo ad astenersi dal commettere altre infrazioni analoghe e infligge la sanzione pecuniaria di euro 45 e la squalifica per una gara di campionato’.
In Under 25 squalificato per un turno Stefano Marenco della Mangimi Morando Neivese: ‘rilevato – si legge nella sentenza del giudice – in fatto che sin dal primo gioco sono intercorse espressioni ed atteggiamenti offensivi e provocatori tra un sostenitore della Araldica Castagnole Lanze ed il giocatore Stefano Marenco e che al termine del primo tempo il giocatore è stato ammonito in quanto ha oltrepassato la barriera laterale del campo di gioco e con fare minaccioso raggiungeva lo spettatore, i due si scambiavano imprecazioni e minacce reciproche uno di fronte all’altro, con le teste di entrambi molto ravvicinate, infligge la sanzione pecuniaria di euro 60 e la squalifica per una gara di campionato”.

Vedi anche

Il ricordo di Sergio Corino della Pro Spigno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.