A Torino una conferenza sulle origini del tennis in vista delle ATP finals. E si è parlato anche di sferistica

Nei giorni che precedono la Nitto ATP Finals 2021 ha fatto capolino anche la sferistica, ed in particolare il pallone col bracciale. Le origini dello sport di Djokovic e Federer sono state trattate a Torino in una conferenza dal titolo Corti e Cortili. Giochi di palla e di racchetta tra Rinascimento e Barocco.
A Palazzo Madama è stato fatto un breve excursus sulla storia dei giochi della palla improntato ovviamente sulla pratica ludica e sportiva (concetto ai tempi sconosciuto) con la racchetta, ma non poteva non essere citato il Trattato di messer Scaino da Salò del 1555 o il giuramento della Sala della Pallacorda di Parigi, alla vigilia della Rivoluzione giacobina. 
Immagini, dipinti raffiguranti momenti di nobili personaggi con la racchetta si sono gioco-forza intrecciati con altri in cui il nostro antenato era presente, come si è notato in alcuni putti affrescati sulle pareti di Palazzo Madama. 
Una curiosità. Nelle descrizioni dei trinchetti, sale al chiuso adibite al gioco della palla, si nota l’asse trasversale al muro, sul quale la palla doveva essere battuta: nient’altro che una preistorica pantalera. Pur capendo lo spirito della conferenza, è un peccato che non sia stato citato almeno la zona del balon e i quadri di Pietro Olivero il vecchio (1770) e che si sia equivocato, segnalando che in molte città italiane (Milano, Ferrara, Verona) esistono ancora vie della palla o del pallone, con luoghi in cui si giocava al bracciale e non all’antenato del tennis moderno.

Vedi anche

La Supercoppa si giocherà a Ricca

Sarà la gara che aprirà la stagione: la Supercoppa si giocherà allo sferisterio Lorenzo Destefanis di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.