‘Il muro che unisce’: il one wall entra nelle scuole

Lunedì 20 maggio, dalle 9 alle 13, il PalaMorino di Nizza Monferrato ospiterà l’atto conclusivo di ‘One-wall il muro che unisce’, progetto patrocinato dal comitato di Acqui del Centro Sportivo Italiano e dalla Federazione Italiana Pallapugno e realizzato dallo Sporting Club Nizza e dalla Mdm Valbormida, grazie al fondamentale contributo economico del Lions Club Nizza-Canelli e della Pignacento, e alla disponibilità di Isabella Cairo, dirigente dell’Istituto comprensivo di Nizza Monferrato, e di Felice Alotta, dirigente vicario dell’Istituto comprensivo di Spigno Monferrato. Il corso di avviamento alle discipline sferistiche, che ha coinvolto gli alunni dei due istituti della Valle Belbo e della Valle Bormida, è stato tenuto da Maurizio Trentin, in collaborazione con i docenti Raffaella Bosetti (Spigno), Monica Bovio e Guido Traversa (Nizza). Al termine del corso sono state selezionate due squadre, formate ciascuna da 15 alunni e alunne, che si sfideranno in nove partite di pallapugno leggera (set unico) e altrettante di one-wall (specialità doppio); al termine, per determinare il vincitore, verranno sommati i set vinti. Alla premiazione saranno presenti il ct della nazionale Sergio Corino, il consigliere Fipap Massimo Corsi, il presidente della Mdm Valbormida Fabio Ferrero, Walter Giroldi assessore allo sport di Nizza Monferrato, Carmen Lupo presidente comitato di Acqui Terme del Csi, Walter Mirra, presidente dello Sporting Club Nizza, Filippo Russoni della Pignacento, e Carlo Vicarioli, presidente del Lions Club Nizza-Canelli.

Vedi anche

Wallball, un campione australiano alla ‘cupola’ di Pontedassio

Vittorio Di Luzio, cognome italiano, ma cittadino australiano. Gioca a wallball da sempre: ha vinto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.