giovedì , 17 Ottobre 2019
Home / Bracciale / Treia si sta scaldando per la sua quarantesima Disfida

Treia si sta scaldando per la sua quarantesima Disfida

Treia si sta scaldando per la sua Disfida: anche perché siamo all’edizione numero 40. Il bracciale, la Disfida, l’arena Carlo Didimi: un pezzo di storia, una tradizione sempre molto sentita, nel paese marchigiano. Che guarda avanti: ‘Traguardo Europa’, così l’Ente ha voluto intitolare la quarantesima edizione per testimoniare come Treia sia la capitale italiana ed europea del gioco del pallone col bracciale. E in un calendario ricco di appuntamenti musicali e gastronomici, due iniziative per valorizzare ancora di più il legame tra Treia e il braccale: sabato 28 luglio, alle 18 ci sarà l’inaugurazione del Museo del Bracciale, un progetto curato dal presidente dell’Ente, Giorgio Bartolacci, con una ricca esposizione di importanti documenti e onorificenze, per ripercorrere gli eventi che hanno caratterizzato il gioco del bracciale a Treia, a partire dalla costruzione dell’Arena Carlo Didimi nel 1818 (dunque siamo nel bicentenario dall’inaugurazione). Venerdì 3 agosto, poi nel teatro comunale, la presentazione del nuovo libro del professor Alberto Meriggi, ‘Treia e il gioco del pallone col bracciale’.
Ma poi si scende in campo, o meglio in arena, con i quattro quartieri, Borgo, Cassero, Onglavina e Vallesacco, pronti a contendersi il successo. In tutte le categorie: giovedì 26 luglio alle 21 ci sarà la finale del torneo femminile, venerdì 27 toccherà invece ai giovani. Il clou, la finale della Disfida domenica 5 agosto alle 18, preceduta dal corteo in costume ottocentesco dove saranno presenti anche figuranti e sbandieratori del Calcio storico Fiorentino, dopo il gemellaggio tra Treia e Firenze.

Vedi anche

Bracciale, Chiusi festeggia lo scudetto rosa

Ancora uno scudetto per il Comitato Contrade di Chiusi. Nelle finali nazionali del campionato femminile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.