martedì , 18 Giugno 2019
Home / Pallapugno / Serie B / Serie B, quarta giornata

Serie B, quarta giornata

Quarta giornata nella serie cadetta. Unica a punteggio pieno la Subalcuneo: Molinari ha superato l’ostacolo Bormidese andando a vincere 11-6 contro un Levratto debilitato dall’influenza. I liguri sono rimasti in partita per tutto il primo tempo, rimontando dall’1-4 al 4-4 sino al 5 pari al riposo. Dopo la pausa Levratto ha alzato bandiera bianca sul punteggio di 5-8, lasciando il campo sostituito da Danilo Rosso, con Martini in battuta.
Cade invece la Nigella. Ed abbandona quota zero in classifica il Bubbio a segno 11-8. Giordano è apparso in netta crescita, e come sempre la piazza di Bubbio si è rivelata insidiosa per gli avversari che da un iniziale 3-8 hanno recuperato qualcosa nel finale, senza trovare, però, l’aggancio. Gli incontri del quarto turno si sono aperti con la prima vittoria da parte della Don Dagnino di Andora del giovane Luca Belmonti. Nonostante la presenza del capitano fosse stata in dubbio fino all’ultimo, i liguri si sono imposti per 11-8 contro l’Augusto Manzo. In casa santostefanese ha pesato l’assenza del capitano Luca Dogliotti, infortunato, e sostituito in battuta dal giovane Patrick Secco, battitore della squadra Juniores. Primo punto anche per l’Augusta Benese di Simondi, che si è imposto sul Ceva di Giribaldi per 11-8 dopo oltre tre ore di gioco. Ha vinto chi ha sbagliato di meno, con Simondi che dopo lo 0-2 iniziale, si è portato sul 6-2 e successivamente sul 6-4. Squadre sfinite nella ripresa, anche a causa del gran caldo: il Ceva ha agganciato i rivali sul 7-7, ma da questo momento in poi Giribaldi ha commesso errori in serie, soprattutto in battuta, facilitando il compito ai benesi. Nelle gare di domenica, brutto capitombolo interno per la Merlese, superata per 11 a 6 dalla Speb. Gli ospiti hanno ipotecato la vittoria già nella prima frazione, conclusa sull’8-2, poi Fenoglio ha tentato un recupero sino al 6-8, fallendo, però, il settimo gioco. L’occasione persa ha tagliato le gambe ai monregalesi (che hanno tentato l’inserimento di Burdizzo dapprima come spalla in luogo di Brusco, quindi come terzino al posto di Pizzorno), che fino al termine non hanno più saputo reagire. Merlese al palo anche dopo il kappao nel recupero con il Ceva. Sfida equilibrata nelle fasi iniziali (1-1, 2-2), con un primo break di Giribaldi sul 2-4 e pronta reazione della Merlese sino al 4-4. Il Ceva ha chiuso in vantaggio 6-4 il primo tempo, poi, dopo il riposo, non ha più concesso nulla ai padroni di casa (nonostante molti giochi ai vantaggi), per l’11-8 finale.

Serie B, quarta giornata:
Don Dagnino-Manzo 11-8, Merlese-Ceva 4-11, Benese-Ceva 11-8, Bubbio-Nigella 11-8, Merlese-Speb 6-11, Bormidese-Subalcuneo 6-11
Classifica: Subalcuneo (Molinari) 4, Nigella (Dutto), Ceva (Giribaldi) 3, Bormidese (Levratto), Manzo (Dogliotti), Speb (Rivoira) 2, Don Dagnino (Belmonti), Benese (Simondi), Bubbio (Giordano) 1, Merlese (Fenoglio) 0.

Nella foto Riccardo Molinari, capitano della Subalcuneo

Vedi anche

Serie B, punto della Speb

La Speb vince a Ceva nella seconda gara della prima di ritorno. Ospiti avanti in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.