lunedì , 12 Aprile 2021

Allenamenti possibili anche con il nuovo DPCM

Il nuovo DPCM, quello dei 2 marzo lascia sostanzialmente invariate le norme che regolano la possibilità di svolgere attività sportiva per le società affiliate alla Fipap.

In particolare – si legge nella circolare della Fipap dell’8 marzo – l’art. 18 prevede che sia possibile svolgere eventi e competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale dal Coni. In tale definizione la Fipap ha fatto rientrare tutti i campionati per le categorie senior e giovanili. Il Coni ha recepito la richiesta e i Campionati organizzati dalla Fipap risultano inseriti nella apposita sezione del Coni, ‘Eventi e competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale’.
Lo stesso articolo 18 comma 1 del DPCM 2/3/2021, con riferimento alle sessioni di allenamento recita: le sessioni di allenamento degli atleti… partecipanti alle competizioni di cui al presente comma e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni….
Per partecipare agli allenamenti della propria squadra gli atleti, gli allenatori e i responsabili degli impianti dovranno quindi
– Fare parte di una squadra che parteciperà ad uno dei campionati organizzati dalla Fipap.
– Essere regolarmente tesserati come atleta o tecnico o dirigente e potere esibire la tessera in caso di controlli.
– Avere con sé la convocazione scritta per la seduta di allenamento, sottoscritta dal presidente della società o dal direttore tecnico.

Le società, nella gestione degli allenamenti per le squadre che parteciperanno ai campionati giovanili e senior per la stagione 2021, dovranno
– Osservare scrupolosamente le regole fissate dallo specifico protocollo Covid approvato dalla Federazione.
– Fissare un calendario degli allenamenti (anche quindicinale o mensile) sulla base del quale formalizzare la convocazione agli atleti, tecnici e altri eventuali collaboratori coinvolti.

Vedi anche

La Virtus Langhe crede in Paolo Vacchetto e riscatta il suo cartellino

«Un investimento per il futuro, visto che crediamo fortemente nel suo valore», così il presidente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.