Cosa succede adesso?

Cosa succede adesso, dopo l’accertamento della Procura Antidoping del Coni? La domanda più ricorrente è quella, la società rischia di perdere lo scudetto? Il nuovo codice della Wada (il massimo organismo internazionale per la lotta al doping) prevede sanzioni per le società che utilizzano giocatori sotto inchiesta per doping (articolo 11), non prima. Quindi non ci dovrebbero essere sorprese sull’esito del campionato 2008.
La seconda cosa rischia il giocatore? Prima di tutto c’è la possibilità di richiedere le controanalisi. Se fosse confermata la positività, scatta di solito una squalifica di due anni se è la prima violazione (art.19 del Regolamento della attività antidoping del Coni): si può ovviamente fare ricorso e ci sono vari gradi giudizio, sino al Tas di Losanna. Questa la giustizia sportiva. Ma c’è la giustizia ordinaria, con la nuova legge sul doping. C’è un caso, di inizio ottobre (potrete leggere tutta la vicenda su repubblica.it) dove un atleta fu prima condannato e poi assolto in appello, con la motivazione che si dimostrò l’uso di una sostanza proibita (in quel caso cocaina) non servì per il miglioramento delle performance sportive.

Vedi anche

Balon e tambass a confronto venerdì sera al Cascinone, la casa dell’Araldica

Una serata ‘piena’ quella di venerdì al Cascinone, la casa dell’Araldica: dalle 17.30 si sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.