Home / In risalto / LIVE – La Supercoppa è ancora della Torronalba Canalese

LIVE – La Supercoppa è ancora della Torronalba Canalese

La Torronalba Canalese vince la Supercoppa, la sesta con Campagno battitore, la terza consecutiva. La vince a casa dell’Araldica Castagnole. Gli highlights del match li potrete vedere nella nuova puntata di 11° Gioco sul nostro canale Vimeo.

LA CRONACA – Campagno e compagni iniziano forte con un parziale di tre giochi a zero e poi con un nuovo break che li porta sull’1-6. I castagnolesi salgono a due, ma poi perdono due giochi alla caccia unica. Quello un po’ il momento che ha deciso il match: 2-8 alla pausa è un parziale difficile da rimontare. Non basta alla formazione di Massimo Vacchetto il gioco d’apertura della ripresa: la Torronalba Canalese sale a 10 e poi chiude 4-11.

IL PUNTO TECNICO – Una sfida quella di Castagnole delle Lanze dove Campagno ha saputo sfruttare al massimo le occasioni, giocando con grande determinazione (e con Cavagnero spesso decisivo), mentre Vacchetto è sembrato troppo solo in questa fase dove non è ancora al top della condizione e avrebbe bisogno della squadra nei momenti più delicati del match. Volti contratti, quelli dei due capitani all’inizio: sarà ‘solo’ Supercoppa, ma entrambi vogliono il risultato. Festeggiano i canalesi che hanno dimostrato di avere oggi qualcosa in più.

Supercoppa
Araldica Castagnole Lanze-Torronalba Canalese 4-11

ARALDICA CASTAGNOLE: Massimo Vacchetto, Mattia Semeria, Roberto Novaro, Fabio Piva Francone. Dt: Gianni Rigo.
TORRONALBA CANALESE: Bruno Campagno, Marco Battaglino, Davide Cavagnero, Fabio Marchisio. Dt: Ernesto Sacco.
Arbitri: Daniele Santini e Bruno Grasso.
Note: un’ora e 35 minuti primo tempo; 37 minuti il secondo tempo.
ammoniti: nessuno.
andamento dei giochi: 0-1, 0-2, 0-3, 1-3, 1-4, 1-5, 1-6, 2-6, 2-7 (caccia unica), 2-8 (caccia unica), 3-8, 3-9, 3-10, 4-10, 4-11.

Vedi anche

Serie A Trofeo Araldica: fa festa la Tealdo Scotta Alta Langa, è finale

L’occasione della vita: la prima finale scudetto in carriera. Per Paolo Vacchetto e Davide Dutto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.