Home / In risalto / Eurojove 2017, come sono andati gli azzurri?

Eurojove 2017, come sono andati gli azzurri?

Giornata di chiusura a Eurojove2017, i campionati europei giovanili organizzati dalla Cijb, a Tavernes Blanques, nella regione di Valencia. L’Italia torna a casa con due medaglie. Quella più attesa era quella nel gioco internazionale, la disciplina più ‘vicina’ alla pallapugno, ed è arrivata. Un argento per il team maschile, battuto in finale dalla squadra di casa della selezione valenciana. Un torneo ancora una volta con la ‘solita’ diatriba se giocare a mano nuda o con una protezione, sollevata dalla squadra belga, ma dopo l’ultima riunione tecnica della Cijb la situazione è chiara. Un piccola, davvero piccola protezione, è stata ammessa, con una carta e qualche giro di nastro. La stessa che hanno usato gli azzurrini e che i giudici hanno considerato regolarissima. La seconda è arrivata nel raspall femminile. Una disciplina tipicamente valenciana, non certo facilissima. E le ragazze di casa l’hanno fatta da padrona, ma comunque le azzurre sono riuscite ad arrivare al bronzo. Nessuna medaglia invece dai tornei di one wall dove valenciani, belgi e olandesi hanno dimostrato di avere una maggiore confidenza con la specialità. «Un bilancio tutto sommato positivo – spiega Sergio Corino, ‘storico’ tecnico azzurro – puntavamo sul gioco internazionale e ce l’abbiamo fatta. Certo dovremo lavorare di più nell’one wall. Di sicuro una bella esperienza per i ragazzi, non solo sportiva. Un grazie, infine, a Camozzi Group che ancora una volta ha sostenuto la Fipap in questa trasferta internazionale». In campo Giulia Cocino, Milena Stevanovic e Alessia Proglio nell’Under 19, Marta Pippo, Nives Diotti e Marilena Salimbeni nell’Under 17, Francesca Moretti, Milena Cavagnero e Cristina Taliano nell’Under 15, nel gruppo maschile gli Under 19 Emmanuele Giordano, Riccardo Ansaldo e Luca Arnulfo, gli Under 17 Gianluca Malfatto, Filippo Bertolotto e Maurizio Toselli e gli Under 15 Francesco Bellanti, Pietro Bovetti e Luca Alossa. Oltre a Corino, nello staff tecnico anche Giorgio Vacchetto e Olimpia Luparia, con Federico Matta team manager.

Vedi anche

Finale scudetto, la parole di Massimo Vacchetto e Bruno Campagno

La soddisfazione di Massimo Vacchetto, la rabbia di Bruno Campagno: ecco le parole dei capitani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *