Home / In risalto / Steu Dogliotti, il balon è una malattia

Steu Dogliotti, il balon è una malattia

50 anni e non sentirli. Almeno quando c’è un pallone da pallapugno. Stefano Dogliotti, classe 1967, vincitore nel 1997 dello scudetto con la maglia di capitano della Pro Spigno, di mettere le fasce in un cassetto non ci pensa proprio. «Una malattia – scherza Steu – che va oltre la passione, quando vedo un pallone non posso fare meno di colpirlo con un pugno. Anche quando vedo qualche ragazzo in uno sferisterio mi vien voglia di fermarmi per giocare». Lo vedremo in campo anche nel 2017 con la maglia della Spec come centrale. «Beh, ormai battere sarebbe un’impresa… Ma in mezzo al campo cerco di dire ancora la mia. Giocare in C2 alla mia età è amore allo stato puro per il balon. Devo pur sempre allenarmi un po’ e con il lavoro non è certo facile, anche perché mio fratello Luca (socio nell’impresa di decorazioni e tinteggiature) quest’anno è in A con la maglia di Cortemilia. E allora bisogna fare gli straordinari. Ormai è un’abitudine: un panino al volo dopo il lavoro e via allo sferisterio».

Vedi anche

Pallapugno leggera, le finali regionali delle Lombardia del Trofeo Coni

Finale regionale della Lombardia del Trofeo Coni 2017 di pallapugno leggera: nell’impianto della Polisportiva Pozzolese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *