Home / Pallapugno / Serie C / C1, Stefano Vigna non gioca più a Bistagno

C1, Stefano Vigna non gioca più a Bistagno

Tempo di separazione alla In Chiaro Bistagno di C1 con Stefano Vigna. Ecco il comunicato firmato dal presidente Gianfranco Trinchero.
La società pallonistica Soms di Bistagno ha ricevuto la comunicazione, direttamente dal battitore Stefano Vigna con un messaggio su WhatsApp, che rassegna le ‘dimissioni’ dalla squadra che lo ha tesserato per l’anno 2016. Assieme alle sue dimissioni ci sono anche quelle del padre che ha svolto le mansioni di direttore tecnico. Le motivazioni sono da considerarsi gravi nei confronti del pubblico, della gente e dei compagni, non accettabili dalla società che ha sempre lavorato per cercare accomodamenti a, comunque, comportamenti a dir poco difficili se non contrari all’etica dello sport.
La società dopo approfondimenti e valutazioni, anche con Massimo Berruti che ha seguito per lungo tempo il giocatore, accetta le ‘dimissioni’. A far data da oggi, 11 luglio, l’atleta Stefano Vigna non è più un giocatore in forza alla squadra di serie C1. Dette dimissioni sono da considerarsi irrevocabili. Sono accettate anche le dimissioni di Claudio Vigna da direttore tecnico, anche se comunicate dal figlio. La società intende portare a termine l’attuale campionato chiedendo ai giocatori rimasti l’impegno di onorare lo sport che praticano, riportando in auge il concetto espresso all’inizio della stagione: giocare per divertirsi e per divertire. Già a partire dalla serata del 12 luglio, a Bistagno dove, in Coppa Italia, scende la squadra della Don Dagnino di Andora si chiede di vedere la svolta.
In ultimo un pensiero va agli spettatori letteralmente sconcertati negli ultimi incontri giocati sullo sferisterio amico. L’augurio è di vedere partite di pallapugno giocate con la voglia di giocare al meglio, senza dover dimostrare l’indimostrabile.

Vedi anche

C1, Torronalba Canalese leader, primo punto per la Don Dagnino

Torronalba Canalese sempre più leader in C1: Battaglino e compagni liquidano nello sferisterio di casa …

Un commento

  1. Sono Vigna Claudio, padre di Vigna Stefano…. preciso circa il comunicato della Soms Bistagno precisando che le dimissioni mie e di mio figlio sono state sofferte e dolorose e avvenute di comune accordo. Da tempo segnalavo alla società problemi e gravi dissapori fra i giocatori. Siamo stati costretti ad inviare il comunicato delle dimissioni via WhatsApp in quanto nelle ultime settimane i rappresentanti della Soms Bistagno non hanno neppure mai risposto alle mie continue telefonate ….. rispondendo solo con alcuni messaggi in un secondo tempo ……. tralascio quindi di dilungarmi. Ringraziamo comunque Massimo Berruti per l’amicizia e la disponibilità. Quanto sopra era dovuto e non mi rendo disponibile a nessun’ altra polemica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *