Home / In risalto / Serie B 2018, Fabio Gatti

Serie B 2018, Fabio Gatti

Stagione importante per Fabio Gatti. Lo sa anche lui, il capitano della Monticellese: a 22 anni è tempo di cercare con convinzione la serie A. «Posso contare su una squadra affiatata e di valore, ma devo fare io un salto di qualità. Insomma ho le carte in regola per fare bene: parto con grande convinzione».

Ma qual è quel gradino che ti manca?
«Distribuire bene le forze per tutto il campionato, questo è il primo obiettivo. Non partire troppo forte, per poi arrivare un po’ scarico alle gare che contano. E riuscire a dare la giusta intensità in tutta la partita, ad aumentare il ritmo del mio gioco: le ‘cose’ da fare le so, adesso devo metterle in pratica se voglio migliorare».

Magari anche dal punto di vista mentale?
«Sono migliorato nell’approccio alla gara, ma devo certamente essere più continuo nel rendimento, soprattutto in quelle partite che possono cambiare la stagione. Ma adesso ho anche una maggiore esperienza in questo campo».

Come stai lavorando in questo periodo?
«Continuo la mia preparazione al Cidimu di Alba di Roby Corino: con lui mi sto trovando davvero bene. Non stiamo caricando molto per fare massa, ma ci concentriamo per una maggiore reattività. Poi arriverà il campo: quest’anno oltre a Giancarlo Grasso avrà l’appoggio di Sergio Corino».

Obiettivo minimo?
«La B è sempre un campionato insidioso: qualche battitore è passato in A, ci sono tanti esordienti nella categoria, ma il livello resta sempre alto. Non sarà facile, tutte le partite saranno da prendere con le molle, soprattutto quelle con i debuttanti: non hanno nulla da perdere e vorranno dimostrare il loro valore. Detto questo se voglio aspirare alla A, almeno in semifinale devo arrivare. Poi si vedrà».

Vedi anche

C2, Under 25, giovanili: il 28 febbraio scadono le iscrizioni

Non solo A, B o C1: è tempo di pensare anche ai campionati di C2, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *