Home / In risalto / Serie A 2018, Daniel Giordano

Serie A 2018, Daniel Giordano

Una delle squadre più attese, l’Imperiese, con la ‘strana coppia’ Daniel Giordano-Roberto Corino. Per il capitano imperiese un ritorno, dopo l’addio a metà stagione due anni fa. «Acqua passata – spiega Daniel – ci siamo chiariti, guardiamo avanti».

Prima, però, un passo indietro: come stai dopo l’infortunio che ti ha fermato lo scorso anno?
«Bene, molto meglio, anche se dovrò lavorare molto e con grande attenzione. La condizione sta arrivando pian piano, senza forzare. Sto lavorando a casa con Davide Iberto, ma sono andato anche al Cidimu di Alba da Roberto Corino, proprio per un programma di recupero e prevenzione».

Già Corino, la tua nuova spalla…
«Meglio averlo insieme che contro, uno come Roby. Lo vedo molto motivato in questo nuovo ruolo».

Dovrete lavorare molto in campo per trovare i giusti equilibri.
«Non credo più di tanto. Non ho più vent’anni che chiedevo tutti i palloni. Anche con Dotta mi sono trovato subito bene, lasciandogli il gioco al ricaccio. Con Roby sarà lo stesso: il suo pallone viaggia ancora e penso che sarà fondamentale il suo appoggio quando giocheremo in Piemonte. Gli lascerò volentieri tutti i palloni che vuole. E sono convinto che con la sua esperienza non ci impiegherà molto ad adattarsi al gioco da centrale».

A Dolcedo sarà dura passare.
«Un campo dove mi trovo bene e che si addice al mio gioco, ma anche gli altri non scherzano… Certo, cercheremo di sfruttare al massimo il fattore campo».

E con un terzino mancino.
«Sì, all’inizio pensavamo di giocare con Stefano Asdente, ma poi non ci ‘stavamo dentro’ con i punti. È arrivato Alessio Cane, anche lui mancino, ma sulla linea terzini siamo coperti con l’esperienza di Mariano Papone e con Simone Giordano che sono convinto farà un bel campionato».

Vi sentite un po’ la ‘mina vagante’ del campionato, quelli che potrebbero arrivare tra i primi?
«Campagno e Vacchetto a parte, penso che sarà un torneo molto equilibrato, siamo tutti allo stesso livello e sarà durissimo entrare nei play off. Unico obiettivo: star bene fisicamente e giocare sempre al massimo. Senza obiettivi o pressioni particolari».

Vedi anche

Ultime ore per iscriversi all’Under 25: lunedì scadono i termini

Il Consiglio federale sta valutando di organizzare per il 2018 il campionato Under 25: lunedì …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *