Home / In risalto / Come saranno le dieci squadre della serie A 2018?

Come saranno le dieci squadre della serie A 2018?

Chiusa la stagione 2017, si guarda già al prossimo anno. Squadre ormai allestite: solo due capitani cambiano maglia, arriva un debuttante dalla B. Partiamo con le due squadre finaliste che, con i nuovi montepunti, hanno rivoluzionato le loro formazioni. A Castagnole delle Lanze resta Massimo Vacchetto con l’arrivo di Mattia Semeria dall’Imperiese come centrale, mentre i terzini saranno Francesco Rivetti (dalla Pro Spigno) e Fabio Piva Francone (dal Cortemilia). Soluzione interna a Canale con Marco Battaglino, capitano scudettato in C1, che sarà a fianco di capitan Campagno. Salgono dalla C1 anche i terzini Davide Cavagnero e Alessandro Gregorio oltre a Fabio Marchisio dalla Pro Spigno. Ci sarà anche una C1 dove eventualmente attingere con Isaia capitano ex caragliese, Fabrizio e Walter Cavagnero, Riccardo Grasso e Mario Marchisio.
Cambia volto anche la formazione di Cuneo: con Federico Raviola debutta come spalla Paolo Danna, mentre i terzini saranno Enrico Rinaldi, l’anno scorso alla Merlese, e Gabriele Re ‘promosso’ dalla B. Il quinto arriverà dalla C1 dove giocherà la coppia Daziano-Gasco, nell’ultimo campionato a Mondovì, con Enrico Unnia (dalla Speb) e Giacomo Vinai (dal San Biagio) terzini.
Cambia casacca Andrea Pettavino che lascia Mondovì e approda a Bubbio con Davide Amoretti (dalla Pro Spigno), Franco Rosso (dal Cortemilia) e Luca Mangolini (dalla Subalcuneo). Roberto Corino dice stop come capitano ma continua da centrale: avventura nuova per lui a Dolcedo dove batterà Daniel Giordano che dunque ritorna all’Imperiese. Come terzini si punta su Stefano Asdente e Roberto Novaro.
Restano al loro posto Davide Dutto all’Alta Langa (con un solo nuovo arrivo, quello di Davide Arnaudo da Cuneo come centrale), Enrico Parussa  a Cortemilia (dove è stato ingaggiato il blocco canalese con Oscar Giribaldi, Edoardo Gili e Marco Parussa) e Paolo Vacchetto a Spigno Monferrato (in una quadretta completamente rinnovata con Michele Giampaolo dall’Augusto Manzo e i campioni d’Italia Lorenzo Bolla e Emanuele Prandi dal Castagnole Lanze. Cambio anche in panchina con Alberto Bellanti).
A Mondovì l’altro cambio-capitano: arriva Massimo Marcarino dall’Augusto Manzo con Alessandro Re centrale, l’anno scorso all’Alta Langa, mentre i terzini saranno i confermati Lorenzo Ascheri e Luca Lingua. Manca solo il nome del direttore tecnico che sostituirà Livio Tonello.
Infine il debuttante, Davide Barroero vincitore della serie B. Difenderà i colori di Santo Stefano Belbo con un blocco neivese, Nenad Milosiev, Luca Battaglino e il dt Mauro Barroero. Da Bubbio arriva Stefano Boffa (anche lui, però, di Neive…) che farà coppia con il confermato Marco Cocino sulla linea dei terzini.

Augusto Manzo
Davide Barroero (da Neivese)
Nenad Milosiev (da Neivese)
Stefano Boffa (da Bubbio)
Marco Cocino (confermato)
Luca Battaglino (da Neivese)
Dt: Mauro Barroero (da Neivese)

Alta Langa
Davide Dutto (confermato)
Davide Arnaudo (da Subalcuneo)
Davide Iberto (confermato)
Daniele Panuello (confermato)
Mattia Dalocchio (da Imperiese)
Dt: Gianni Costa (confermato)

Bubbio
Andrea Pettavino (da Merlese)
Davide Amoretti (da Pro Spigno)
Franco Rosso (da Cortemilia)
Luca Mangolini (da Subalcuneo)
Gian Gurcarn Das (confermato)
Dt: Giulio Ghigliazza (confermato)

Canalese
Bruno Campagno (confermato)
Marco Battaglino (confermato da C1)
Fabio Marchisio (da Pro Spigno)
Davide Cavagnero (confermato da C1)
Alessandro Gregorio (confermato da C1)
Dt: Ernesto Sacco (confermato)

Castagnole Lanze
Massimo Vacchetto (confermato)
Mattia Semeria (da Imperiese)
Francesco Rivetti (da Pro Spigno)
Fabio Piva Francone (da Cortemilia)
Dt: Gianni Rigo (confermato)

Cortemilia
Enrico Parussa (confermato)
Oscar Giribaldi (da Canalese)
Edoardo Gili (da Canalese)
Marco Parussa (da Canalese)
Enrico Monchiero (da Monticellese)
Dt: Giovanni Voletti (confermato)

Imperiese
Daniel Giordano (da Valle Arroscia)
Roberto Corino (da Bubbio)
Stefano Asdente (confermato da Taggese)
Roberto Novaro (confermato)
Dt: Claudio Balestra (confermato)

Merlese
Massimo Marcarino (da Augusto Manzo)
Alessandro Re (da Alta Langa)
Lorenzo Ascheri (confermato da C1)
Luca Lingua (confermato)

Pro Spigno
Paolo Vacchetto (confermato)
Michele Giampaolo (da Augusto Manzo)
Lorenzo Bolla (da Castagnole Lanze)
Emanuele Prandi (da Castagnole Lanze)
Dt: Alberto Bellanti (da Augusto Manzo)

Subalcuneo
Federico Raviola (confermato)
Paolo Danna (da San Biagio)
Enrico Rinaldi (da Merlese)
Gabriele Re (confermato da B)
Dt: Giuliano Bellanti (confermato)

Vedi anche

L’Araldica Castagnole Lanze vince il Memorial Notaio Santi a Bubbio

Chiusura pallonistica con la finale del Memorial Notaio Santi sulla piazza del Pallone di Bubbio: …

2 commenti

  1. Alessandro Bosio

    da tenere in grande considerazione spigno con giampaolo e bolla ad aiutare vacchetto j.

  2. Fabrizio Arnaud

    Alla crescita professionale delle spalle e dei terzini, non tanto come capacità di gioco ma come approccio all’attività sportiva (i battitori erano già professionali anche prima), e anche come età decisamente inferiore ad un tempo, aspetti sicuramente positivi nell’evoluzione di questo sport, fa da contraltare una totale desertificazione dell’attività dilettantesca, cioè partite e tornei svolti per puro diletto da giocatori d’occasione.
    Resiste un po’ la pantalera, mi sembra, e altre varianti adatte ai carrugi della Liguria, ma le partite tra quadrette di balon del tutto improvvisate, dove i nipoti si mescolavano ai nonni (quindicenni e sessantenni allegramente mescolati), tipiche delle feste paesane del Piemonte, si sono molto diradate se non del tutto scomparse. Una professionalizzazione che va vista con favore, perché è propedeutica alla sopravvivenza del balon, ma al contempo una drastica riduzione della platea dei giocatori amatoriali che è invece molto negativa e va contrastata con decisione. Pallapugno sport di popolo : se perde il popolo a l’è bel e panà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *