Home / In risalto / I numeri di Mario/2

I numeri di Mario/2

19
L’età di Massimo Vacchetto quando conquista il suo primo scudetto (nel 2012). Negli ultimi 40 anni, dopo il giovanissimo Massimo, troviamo Riccardo Molinari a 22 anni vincitore del campionato, all’esordio in serie A (1991), a 23 anni vincono Roberto Corino (2003) e Bruno Campagno (2011), a 24 è la volta di Flavio Dotta (1993); 25 l’età di Alberto Sciorella (1995), 27 quella di Rodolfo Rosso (1983) e Paolo Danna (2004). 28 gli anni di Carlo Balocco (1982) e Giuliano Bellanti (1998) quando diventano campioni d’Italia  per la prima volta. Chiudono questa classifica Riccardo Aicardi a 29 anni (1987) Stefano Dogliotti a 30 nel 1997 e Marco Pirero che nel 1994 si aggiudica a 31 anni lo scudetto.

16
Gli anni di Massimo Vacchetto all’esordio da battitore in serie A nel 2009, seguito da Federico Raviola, 16 anni e sei mesi nel 2010, e da Cristian Gatto, 16 anni e sette mesi nel 2015. Non aveva ancora compiuto 17 anni Mattia Colombaro nel 2016 alla prima in A da battitore. Non ancora maggiorenni nell’ordine anche Emmanuele Giordano nel 2016, Mattia Semeria nel 2007, Giuliano Bellanti nel 1987, Gabriele Olivieri nel 2013, Luca Belmonti nel 2006, Paolo Vacchetto nel 2014 ed Edoardo Capello nel 2016.

869
I giocatori con almeno una presenza nel campionato di serie A dal 1912 ad oggi. Giulio Ghigliazza è  al comando per quel che riguarda i campionati giocati, presente in ben 38 edizioni, seguito da Felice Bertola e Gianni Rigo con 34, Piero Galliano con 33, Piergiorgio Alossa e Giorgio Sacco a quota 30.
A 29 campionati troviamo Giancarlo Grasso, a 28 si sono fermati Riccardo Aicardi, Giuliano Bellanti, Aurelio Defilippi, Mauro Nada e Domenico Raimondo. Il veterano tra i giocatori in serie A quest’anno è  Stefano Nimot a quota 22 partecipazioni, seguito da Michele Giampaolo e Giorgio Vacchetto a 21. Hanno raggiunto i 20 campionati Roberto Corino e Maurizio Papone.

Vedi anche

Partono i campionati femminili

Partono i campionati femminili. Venerdì le prime due gare del campionato assoluto: al Mermet di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *